TOP Header adv (728×90)

F1 CAPOLAVORO DI HAMILTON

Capolavoro strategico di Lewis Hamilton che trionfa in Ungheria coronando, a 3 giri dal termine, un lungo inseguimento alla Red Bull di Max Verstappen. Completa il podio Sebastian Vettel, che supera il compagno di squadra in Ferrari Leclerc utilizzando una strategia simile ad Hamilton. Ottimo 5° posto per Norris, davanti a Gasly (sempre poco efficace sulla Red Bull). Settimo Raikkonen, poi Bottas e Norris, decima la Toro Rosso di Albon. Partenza difficile per Bottas, che subisce subito l’attacco di Hamilton. I due della Mercedes si toccano dopo la seconda curva, il britannico passa e ne approfittano anche le Ferrari. Il finlandese, infatti, ha danneggiato l’alettone anteriore e si ferma (con qualche giro di troppo di esitazione) ai box ripartendo in coda. Davanti è il poleman Verstappen a fare il ritmo. Leclerc e Vettel resistono pochi passaggi, poi perdono inesorabilmente terreno. Al 5° e 6° posto (ben staccate) si insediano le McLaren di Sainz e Norris. Al 26° giro, Verstappen è il primo a cambiare le gomme (già da diversi minuti informava il muretto di una perdita di grip). Strategia confermata per i top team che vanno sulle gomme dure. Leclerc rientra al 28° giro, Hamilton resiste fino al 32° e la strategia non paga: al netto della sosta, quei giri di troppo gli costano 3″-4″. Ma il britannico rientra in pista scatenato e annulla in pochi passaggi il gap di quasi 6″ a colpi di giri record.

Ed è subito battaglia appassionante, con l’iridato in carica che va all’assalto e si concede pure a qualche fuoripista. Intanto (40° giro), Vettel fa la sua sosta e sorprende tutti con le soft. Rientra al 4° posto, ben staccato da Leclerc. La lotta in testa si interrompe al 49° giro, quando a sorpresa Hamilton rientra ai box e monta le medie.

Il britannico scommette sulla sosta di Verstappen o su una rimonta da oltre un secondo a giro. Si verifica la seconda eventualità, l’aggancio avviene a cinque giri dal traguardo e ricomincia una lotta che, stavolta dura poche curve. Hamilton passa alla prima curva del 67° giro. Verstappen si ferma al passaggio successivo e monta le ‘rosse’ per fare il best lap (che arriva alla penultima tornata).

Intanto, scommessa vinta anche da Vettel, che riaggancia Leclerc a pochi chilometri dal traguardo e lo passa (con qualche rischio di troppo).

Ferrari comunque lontanissime, a oltre un minuti dalla testa. In classifica ulteriore scatto di Hamilton ora a 255 punti. Segue Bottas a 188, poi Verstappen a 181. Vettel è a 156, Leclerc a 132.

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *