TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

CORONAVIRUS ULTIMO BOLLETTINO

Coronavirus, audio istiga assalto supermarket, pm indaga
I procuratori aggiunti di Milano Tiziana Siciliano e Eugenio Fusco hanno aperto un’inchiesta per diffusione di notizie false atte a turbare l’ordine pubblico in relazione ad un audio che sta circolando via WhatsApp almeno da sabato e nel quale la voce di una donna incita a “fare la scorta” perché Milano finirà “in quarantena come mi ha detto la moglie di uno della Regione”. L’ipotesi è che quell’audio, ascoltato da numerose persone, abbia spinto molti sabato a dare l’assalto ai supermarket.

Coronavirus, Land Carinzia: “Test negativi su italiana morta”
I test effettuati dalle autorità austriache sulla donna italiana deceduta a Bad Kleinkirchheim sono risultati negativi. Lo conferma all’ANSA Gerd Kurath, un funzionario dell’ufficio stampa del Land della Carinzia. Non sono note al momento le cause del decesso della donna, originaria del Friuli Venezia Giulia, avvenuto la notte scorsa.

Coronavirus, Unimpresa: “Da allarmismo effetti negativi su Pil”
“L’allarmismo esagerato e sovradimensionato legato al Coronavirus può generare danni incalcolabili all’economia reale, e quindi all’andamento del prodotto interno lordo, ancor più rilevanti di quelli provocati dal diffondersi della stessa malattia. Se, da un lato, appare corretto l’isolamento delle aree di focolaio per impedire una maggiore diffusione del virus, dall’altro e’ indispensabile evitare forme di comunicazione improntate a toni eccessivamente preoccupanti”. Lo dichiara il vicepresidente di Unimpresa, Giuseppe Spadafora. “Impedire, come sta accadendo di fatto, la mobilita’ delle persone sul territorio nazionale rappresenta un sostanziale blocco di importanti flussi di denaro che impattano negativamente su importantissimi settore dell’economia italiana – turismo, trasporti, ristorazione, commercio, alberghi – con effetti a cascata su tutti gli altri comparti. In Italia, data la situazione in Cina, lo stato di emergenza era già stato dichiarato a gennaio e si attendeva quello che si sta verificando in questi giorni”, conclude Spadafora.

Coronavirus, Conte: “Codogno? Non volevo fare polemica”
Dove ha sbagliato l’ospedale di Codogno? “Abbiamo un personale sanitario e un sistema sanitario eccezionale, dal 1978. Abbiamo donne e uomini a tutti i livelli che fanno turni massacranti con grande impegno. Non e’ il momento delle polemiche, non era questa l’intenzione. Non estrapoliamo una frase”. Lo dice il premier Giuseppe Conte in collegamento dalla Protezione civile, tornando sulle parole di lunedì sulle falle nei protocolli ospedalieri a Codogno.

Le limitazioni nei confronti degli italiani al di fuori del Paese non “sono accettabili”. Cosi’ il premier Giuseppe Conte a La7. “Noi stiamo adottando una linea di massimo rigore e di trasparenza – spiega il premier – ieri c’e’ stata una proficua riunione tra Speranza ed i suoi omologhi Ue, di massima condivisione e con massima trasparenza sui dati e oggi ho avuto una telefonata con Sebastian Kurz che ha apprezzato molto le misure che stiamo attuando”.

Coronavirus, Zaia: “Voglio diffondere tranquillità”
“Voglio diffondere tranquillità, nel senso che siamo davanti a un virus simil-influenzale che da’ gli effetti dell’influenza sull’80% delle persone contagiate, che guariscono automaticamente da sole, c’e’ una bassa mortalità”. Lo ha detto ai giornalisti il presidente del veneto, Luca Zaia, commentando gli ultimi dati sui contagi da Coronavirus in regione. “Oggi – ha proseguito Zaia – siamo nelle condizioni di dire che l’unica nostra preoccupazione e’ di non avere tanti contagi, perché se avessimo anziani debilitati da mettere in terapia intensiva, a un certo punto finirebbero i posti.

Coronavirus, Malpezzi: “Misure governo in completa condivisione”
“A fronte dell’emergenza e’ stato predisposto un decreto legato alle norme sulla salute, già presentato in commissione, ed e’ stato affrontato un altro decreto che il consiglio dei ministri realizzerà, per il quale ci sara’ un lavoro concertato, per convertirlo con le misure che il Parlamento segnalerà in un rapporto di completa condivisione”. Lo ha detto il sottosegretario ai rapporti con il Parlamento, Simona Malpezzi, intervenendo in Aula del Senato nel corso della discussione sul Milleproroghe.

Coronavirus, Ecdc: “Prossima settimana valutazione del rischio”
All’inizio della prossima settimana l’Ecdc farà una nuova valutazione del rischio epidemico causato da coronavirus sulla base dei casi italiani. Lo ha affermato Andrea Ammon, direttrice dell’Ecdc, al termine della conferenza stampa con i rappresentanti dell’Oms e della Commissione Ue al ministero della Salute. “Stiamo valutando in questo momento gli ultimi sviluppi – ha spiegato Ammon rispondendo a una domanda sui casi ‘esportati’ dall’Italia -. Ci aspettiamo altri casi nelle Ue, cluster anche più grandi di quelli italiani. In questo momento stiamo contenendo l’epidemia, ma ci stiamo preparando all’eventualità che le misure non funzionino”.

Coronavirus, Ceriscioli: “Governo sta discriminando territori”
“Se il governo dovesse impugnare l’ordinanza della Regione Marche spero di andare davanti a un giudice e che mi dia ragione”. Cosi’ il governatore Luca Ceriscioli, commentando oggi con i giornalisti la volontà dell’esecutivo di ricorrere contro la sospensione delle attività scolastiche, di ogni ordine e grado, e universitarie e quella delle manifestazioni di qualsiasi tipo, iniziata alle ore 24 della scorsa notte e sulla carta valida fino al 4 marzo. Ceriscioli ha messo all’indice il comportamento del governo, “che ha proposto regole comuni e poi, in realtà, ne fa altre discriminando i territori”. “Lo spiegheranno davanti a un giudice – ha concluso – perché va bene Liguria e in Friuli, ma non quello che abbiamo fatto noi, che esattamente identico”.

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *