TOP Header adv (728×90)

COLPO DEL BOLOGNA AL SAN PAOLO

Fischi al San Paolo. Il Napoli conferma il suo momento poco felice cedendo in casa al cospetto di un Bologna molto quadrato e fisicamente in palla.
La partita delle ore 18 domenicali della 14a giornata di campionato finisce 2-1 per i rossoblù (in maglia verde da trasferta), che si issano a 16 punti, in una posizione più che tranquilla. I partenopei escono dal campo tra le contestazioni dei tifosi, scontenti di una classifica che con 20 punti colloca gli azzurri in una posizione anonima e ben lontana dalle aspettative.

Per la squadra di Ancelotti, reduce da una sconfitta e quattro pareggi (non vince dal 19 ottobre), 4 punti nelle ultime sei partite. Boccata d’ossigeno per i felsinei, che venivano da un punto nelle ultime quattro gare.

Ancelotti con il 4-3-3: Ospina; Maksimović, Manolas, Koulibaly, Di Lorenzo; Fabian, Zieliński, Elmas; Lozano, Llorente, Insigne. Al posto di Mihajlović, in panchina c’è il vice Miroslav Tanjga; Bologna con il 4-2-3-1: Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo, Denswil; Poli, Medel; Orsolini, Dzemaili, Sansone; Palacio. Arbitra Pasqua di Tivoli.

Il Napoli cerca di fare la partita ma i felsinei si difendono con ordine. Tiri di Fabian Ruiz e Insigne fuori bersaglio. Al 16’ gol di Lozano annullato per fuorigioco. Al 22’ una punizione di Insigne viene messo in angolo da Skorupski. Brivido per Ospina al 30’: Fabian Ruiz “buca” un cross da destra di Tomiyasu, Dzemaili si coordina e gira di destro a un soffio dal palo alla sinistra del portiere partenopeo (32’).

Passa il Napoli al 41’: Skorupski respinge un tiro di Insigne, irrompe Llorente e di piatto destro insacca. Il Bologna torna dagli spogliatoi con Skov Olsen al posto di Orsolini. Continua la sfida tra Insigne e Skorupski: al 55’ il portiere rossoblù deve volare per mettere in angolo una conclusione del folletto azzurro. Al 57’ Insigne tenta anche la deviazione su una girata di Llorente, palla fuori di un soffio. Il pareggio felsineo arriva a opera del neoentrato Skov Olsen, lesto a ribadire in rete una respinta di testa di Koulibaly su cross di Sansone: è il 58’.

Al 63’ Svanberg per Medel nel Bologna. Ancelotti inserisce Mertens per Elmas al 65’. Chance Bologna con Sansone, il suo tiro deviato da Manolas è bloccato da Ospina (66’). A ruota tiro di Mertens a lato di poco. Nuovo tentativo di Sansone, palla fuori di centimetri (71’). Doppia chance per il Napoli, ma prima Llorente sbuccia il pallone, poi Mertens conclude alto da posizione molto favorevole (78’).

Il gol però lo segna il Bologna, con Sansone che finalizza dall’altezza del dischetto di rigore un assist di Dzemaili (80’). Ancelotti gioca la carta Younes per Lozano (82’). All’84’ si rivede Destro, che rileva Palacio. La reazione del Napoli è in un colpo di testa centrale di Llorente nel recupero. Lo spagnolo poi al 94’ segna anche ma Pasqua, avvisato dal Var, annulla per fuorigioco. Festa Bologna al San Paolo.

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *