TOP Header adv (728×90)
TOP Header adv (728×90)

CHIESTA CONDANNA EREDE SAMSUNG

I procuratori sudcoreani hanno chiesto oggi la condanna a 12 anni di carcere per l’erede dell’impero Samsung coinvolto in uno scandalo di corruzione che ha anche causato l’addio al potere dell’ex presidente Park Geun-Hye.

All’udienza finale del processo a carico di Lee Jae-Yong, vice presidente di Samsung Electronics, i procuratori hanno definito l’imputato il “beneficiario finale” dei reati compiuti nell’ambito di questo scandalo di corruzione, chiedendo una condanna a 12 anni di prigione.

Lee Jae-Yong è accusato di avere corrotto la confidente dell’ex capo dello Stato.

Fonte Afp

Articoli correlati

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *